Scorze di arancia sabbiate o arance candite

Le arance sabbiate, a essere sincera credo non esistano, le ho sentite alla prova del cuoco dove una concorrente ha dato la ricetta per fare questo particolare tipo di canditi ma nel web non ne ho trovata l’ombra.
Però devo ammettere che sono davvero buone,  sembrano caramelle.. avete presente quelle caramelle che mangiavamo da bambine ricoperte di zucchero  e con il cuore un gelatinoso?? ecco la consistenza è quella..quindi anche se questa non è una ricetta conosciuta io me ne sono talmente innamorata che non posso far altro che condividerla con voi!!

L’anno scorso vi ho proposto la ricetta dei canditi, perfetti per essere congelati e all’occorrenza usati nei dolci…

ma quella versione non è adatta da mangiare, non essendo una vera e propria canditura le bucce restano un pò appiccicose, mentre invece queste… sono peggio delle patatine, una tira l’altra!

Un solo consiglio..non preparatene troppe.. perchè finirete per mangiarle tutte!! 😉

 Arance sabbiate

( per una quantità come in foto)
300 gr di bucce di arancia pesate dopo l’ammollo e sgocciolate
250 gr di zucchero semolato
Mettere in ammollo le bucce in acqua fredda per almeno 3 giorni; cambiando l’acqua due volte al giorno.
Passati 3 giorni scolare le bucce senza però asciugarle;
Pesare  300 gr di scorze tagliarle a strisce di circa 1 cm e cuocerle in una casseruola con lo zucchero a fuoco medio/basso.
Lasciare che le scorze rilascino l’acqua che hanno all’interno e quando il succo inizia ad asciugarsi per evitare che le arance brucino iniziare a mescolare continuamente  con un cucchiaio di legno;
 Quando lo zucchero inizia a diventare “sabbioso” continuare la cottura ancora per qualche minuto e poi trasferire le bucce su carta forno e lasciarle raffreddare, lasciare che si asciughino per almeno una notte e poi trasferire in un barattolo di vetro.
Note:
– Si conservano in un barattolo per almeno 2 settimane ( credo anche di più.. Ma le mie non ci sono arrivate ;D)
– Utilizzare delle arance con buccia spessa e molto importante biologiche.
– Si possono anche congelare per utilizzarle nei dolci.
– Fare molta attenzione, quando lo sciroppo si asciuga le scorze tendono subito a bruciare, quindi è importante mescolare e se necessario abbassare il fornello.
Tags from the story
, ,

29 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *